Google Search

29 aprile 2009

scetate e criatur'....napoli non c'è più!

La città è al limite di sopravvivenza per tutti.Lo stato di degrado in cui versano molti dei luoghi simbolo di napoli è sotto gli occhi di tutti .In piazza Mercato, le fontane più volte vandalizzate ,se le riesci a vedere tra uno spiraglio di un auto e l'altra ,muoiono tra rifiuti . Piazza San Gaetano, è ridotta a sversatoio di rifiuti ingombranti . Porta Capuana è una discarica di cartoni. Porta Nolana è un mercato a cielo aperto di attività abusive e illegali come prostituzione, contrabbando di pane e sigarette, vendita di dvd falsi. Piazza Garibaldi è una casba,Tra pacchi ,paccotti ,vendita di droga,e morti ammazzati .Il Maschio Angioino, tappa quasi obbligata per turisti e amanti dell’arte ,vede ogni giorno almeno una diecina di pullman gran turismo che coprono la visibilità del Maschio Angioino stesso,dei giardini di Palazzo Reale(ORA DISCARICA ) e dei Cavalli di Bronzo .Oltre a questo i turisti scendendo dai loro bus si trovano immediatamente alla mercè dei vuo' cumprà'con tutte le borse,occhiali,cd,ricorosamente pezzottati.Sotto le balaustre del ponte DEL MASCHIO immondizia perfino tra le pieghe delle antiche mura. Per non parlare dei parcheggiatori abusivi che sotto l'Angioino si spacciano per autorizzati,con le loro belle giacche ,pezzottate anch'esse,blu con striscia bianca,che con fare arrogante ,ti chiedono fior di quattrini,e si è costretti a subire.Per finire nei giardinetti a ridosso del Maschio,troviamo i senza tetto,barboni e altri disperati vivono con tende e cani ,pisciano e bivaccano senza sosta,e regaliamo puzza immediata ai ns. turisti .Le fontane della ns. città sono usate quasi tutte come discariche tra le tante ricordo quella della lumaca, in via De Gasperi e la fontana del Molosiglio.La fontana di Monteoliveto invece ha un utilizzo più nobile.. è diventata una lavagna murale dai graffitari alcolizzati del fine settimana.Che dire delle panchine distrutte in via cesario console,dello stato in cui versa il Monte Echia,tra siringhe,munezza e sconforto,uno dei luoghi belli di Napoli ,a mio modesto parere .Ma abbiamo la villa comunale si potrebbe dire...lo scempio della pavimentazione della villa è sotto gli occhi di tutti, d'estate alza talmente tanta polvere che è sconsigliato a qualunque bambino .I cani continuano a lasciare i loro ricordi ovunque , non parliamo dei vigilantes ,sono invisibili.Ma mi chiedo per recuperare questi luoghi ,per poterli vivere a chi dobbiamo aspettare... possibile che solo io ho occhi per guardare...napoli daniela villani cittadina attiva

Nessun commento: